Jesuits News
MAGIS
Opera missionaria della Provincia Euro-Mediterranea dei gesuiti
MAGIS Diritti fondamentali Aiutare le donne malate di Aids, una bella impresa
Togo,

Aiutare le donne malate di Aids, una bella impresa

Al Centro culturale Loyola (Ccl) di Lomé è lotta aperta contro l’Hiv-Aids. Le armi? Farmaci, cure mediche, ma anche impegno per sostenere le donne malate attraverso progetti di microimprenditoria e aiuto spirituale.
Ma andiamo con ordine. Grazie al contributo del Magis, il Ccl ha selezionato un gruppo di una trentina di donne malate di Aids tra quelle più bisognose del quartiere. Ad esse ha fornito kit con cibo (riso, mais, fagioli, zucchero, spaghetti, maccheroni, sardine, olio, pomodori in scatola) e farmaci (vitamine, ferro, antibiotici, ecc.). Alle donne viene poi erogato un prestito. Una piccola cifra grazie alla quale possono avviare una propria attività commerciale. Ciò permette loro di avere non solo un reddito, ma anche di potersi reinserire nella società.

Periodicamente le donne si incontrano e si scambiano le proprie esperienze. «Questi incontri – spiegano i gesuiti locali – sono fondamentali. Il vedersi e il parlarsi permette di darsi fiducia reciproca. A trarne vantaggio sono soprattutto quelle donne che hanno più difficoltà. È anche il luogo in cui scoprire le strategie, i suggerimenti e le competenze l’uno dell’altro per affrontare le sfide del mercato».

Un progetto che fa perno anche su una dimensione spirituale che rafforza la fede in Dio e sviluppa nuove abitudini nonostante la situazione di vulnerabilità. «Questo moto spirituale – concludono i gesuiti – ruota intorno a un messaggio chiave che è: “la realizzazione del nostro potenziale totale è raggiunta nella nostra unione con Dio”».

Vuoi sostenere il progetto? Clicca qui e non scordarti di mettere la causale («Togo, sostegno donne»)

Tags

Condividi