Jesuits News
MAGIS
Opera missionaria della Provincia Euro-Mediterranea dei gesuiti
MAGIS Diritti fondamentali Biobé, l’ospedale vicino alla gente
Ciad,

Biobé, l’ospedale vicino alla gente

Ospedale Le Bon Samaritain in Ciad

In Africa, farsi curare è un’impresa. Mancano le strutture. Per raggiungere i pochi ospedali e le poche infermerie i malati sono costretti a percorrere chilometri a piedi o con mezzi di fortuna. In condizioni climatiche e ambientali spesso estreme.

In Ciad, i gesuiti hanno creato due ospedali uno a N’Djamena, la capitale, e l’altro a Goundi. Sono strutture all’avanguardia e in grado di curare i pazienti con i più moderni mezzi e le più recenti terapie a disposizione.

Ci si è però resi conto che serviva anche una rete di strutture più snelle. Piccoli ospedali o infermerie che fornissero un’assistenza immediata e sul territorio. Solo i malati più gravi, quelli che necessitano di cure più specialistiche, dovrebbero accedere alle strutture più grandi. Così si è iniziato a realizzare una rete di piccoli centri sparsi sul territorio.

Tra questi c’è l’ospedale rurale di Biobé che sorge in un piccolo villaggio di circa mille persone nel distretto sanitario di Kyabé a 850 km da N’Djamena. La struttura ha 36 posti letto e, con il tempo, è diventata il punto di riferimento per la zona. Il bacino d’utenza di questo ospedale comprende 83mila abitanti, censiti dal personale dell’ospedale, su un’area di cinquanta chilometri quadrati.

Nei mesi scorsi, il Magis ha lanciato un progetto per sostenere il lavoro del centro sanitario. In particolare per facilitare il lavoro di medici e infermieri; formare gli studenti di medicina all’ultimo anno; garantire continuità e sostenibilità futura della struttura.

Aiutare l’ospedale significa aiutare le popolazioni locale. Garantire loro un’assistenza medico-sanitaria pronta ed efficiente sul territorio. Per supportare il progetto, il Magis ha bisogno di fondi. Anche tu puoi offrire un contributo. Come? Clicca qui.

Condividi