Jesuits News
MAGIS
Opera missionaria della Provincia Euro-Mediterranea dei gesuiti
MAGIS Cultura Una canzone dedicata al Papa aiuterà il MAGIS
Italia,

Una canzone dedicata al Papa aiuterà il MAGIS

Non ha solo voluto dedicare una canzone a Papa Francesco. Ha voluto fare di più. Ha trasformato le sue note in uno strumento di solidarietà. Ma andiamo con ordine. Il cantante si chiama Nicola Costanti. È una promessa delle musica italiana. Premiato due volte al Tenco, ha inciso tre dischi di indubbio spessore ed è stato protagonista di tour teatrali con nomi importanti dello spettacolo (Alessandro Benvenuti, Alessandro Haber, Athina Cenci).

Ma la sua non è semplicemente una bella voce. Il cantautore, toscano d’origine, ha sempre inserito contenuti profondi nelle sue liriche. La sua voce si è levata sempre a favore degli ultimi. Non è quindi un caso che sia rimasto affascinato dalla figura di Papa Francesco e, insieme al poeta Marco Brogi, abbia scritto un brano intenso, di grande pathos, fermando con immagini poetiche e, allo stesso tempo, concrete la figura e il pensiero del Pontefice venuto dall’altra parte del mondo.

«Il sogno di Francesco» è un messaggio di solidarietà in un momento particolarmente critico per la società e per il mondo in generale. La canzone si è trasformata anche in un progetto a favore del Magis. Da dicembre infatti il video è sul canale video YouTube. I soldi ricavati dalle visualizzazioni vanno verranno destinati a un progetto in Burkina Faso. Occorre però superare il milione di visualizzazioni. Per essere valide devono essere fatte da supporti diversi (Pc, Ipad, telefono, ecc.). Cioè se una persona guarda con lo stesso Pc 20 volte il video vale solo una. Mentre se allo stesso modem si collegano 10 supporti valgono tutti e 10!

«Papa Bergoglio è un rivoluzionario – afferma Nicola Costanti – come lo era stato ottocento anni fa San Francesco. La sua rivoluzione dolce, la sua attenzione per chi sta in ultima fila, il suo guardare al mondo e alle cose del mondo senza pregiudizi, mi hanno conquistato. Questo Papa è, prima di tutto, un grande uomo. La canzone nasce da questo. Ma quello che conta, più che l’entità del ricavato, è il segnale che questa operazione vuole dare in un momento così critico e difficile per il genere umano senza distinzione di razza e religione». Il cantautore toscano ha già collaborato con il Magis. Cinque anni fa, ha fatto un concerto nell’abbazia di San Galgano, coinvolgendo personaggi di grosso livello dello spettacolo, i cui proventi hanno finanziato progetti umanitari di Magis per i bambini del terzo mondo.

Condividi