Jesuits News
MAGIS
Opera missionaria della Provincia Euro-Mediterranea dei gesuiti
MAGIS Diritti fondamentali Policy sulla protezione minori e persone vulnerabili
Italia,

Policy sulla protezione minori e persone vulnerabili

Il MAGIS ritiene che tutti i minori e le persone vulnerabili (donne, disabili e tutti coloro che per motivi di razza, genere, età, salute, status sociale ed economico, o per qualsiasi altro motivo, sono esposti a particolare fragilità psicologica e fisica) abbiano il diritto di essere protetti da ogni forma di danno fisico e psicologico, abuso o sfruttamento, compreso l’abuso sessuale. Pertanto, attraverso la sua Policy, definisce le linee guida minime per la tutela dei minori e delle persone vulnerabili, adotta le misure necessarie per prevenire, contrastare e sanzionare ogni condotta contraria al succitato principio. Inoltre, presso la sede del MAGIS è esposto il seguente Manifesto.

Le modalità specifiche di attuazione della Policy di tutela dei minori e delle persone vulnerabili sono raccolte nel Manuale delle procedure per la tutela dei minori e delle persone vulnerabili. Specificatamente per la tutela dei minori, anche tutti i partner del MAGIS sono tenuti a rispettare alcune linee guida minime contenute e sottoscritte nell’Accordo di partenariato.

Il MAGIS si impegna a definire il minore come persona di età inferiore ai 18 anni in linea con il Comitato sui diritti dell’infanzia, organismo di controllo della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia. La Convenzione stabilisce che un minore ha il diritto di essere protetto da violenza fisica e psicologica, lesioni, abusi o sfruttamento, compreso l’abuso sessuale.

Nel caso in cui una persona pur di età inferiore ai 18 anni abbia raggiunto l’età considerata legale secondo le normative del luogo ove il partner svolge la propria attività, oppure l’età del consenso sessuale o l’età per votare, ecc. tale circostanza non produce alcuna modifica circa la vulnerabilità del soggetto il quale, pertanto, deve essere considerato a tutti gli effetti un minore da tutelare.

Il personale del MAGIS si impegna a:

  • rispettare e trattare allo stesso modo tutte le persone, rispettando la loro dignità personale indipendentemente da età, genere, razza, origine nazionale o etnica, lingua, religione, disabilità, orientamento sessuale, condizione socio-economica, opinione, convinzioni politiche o altro;
  • tenere in tutto un comportamento atto a salvaguardare e proteggere i diritti umani delle persone deboli e vulnerabili (minori, donne, disabili, etc.);
  • astenersi da qualsiasi atto che offenda la dignità della persona umana, in particolare il “mobbing”, le molestie, gli abusi e lo sfruttamento sessuali;
  • riferire immediatamente al Responsabile della tutela dei minori e delle persone vulnerabili ogni sospetto, segnalazione o accusa di abuso;
  • compiere tutti gli atti opportuni e necessari per impedire che i minori e le persone vulnerabili possano subire danni e abusi di qualunque natura a causa, ad esempio, di mancato intervento, violazione di norme di sicurezza, uso improprio di computer e cellulari, abuso della posizione del personale, atteggiamenti che potrebbero essere equivocati, etc.

Il processo sulla tutela dei minori e delle persone vulnerabili, è un processo attivo in tutta la Provincia EUM della Compagnia. Su questo fronte, P. Gianfranco Matarazzo SJ ha nominato il Prof. Avv. Mario Zanchetti, docente di Diritto Penale all’Università Carlo Cattaneo di Milano, come suo delegato per la tutela delle persone vulnerabili.Questa nomina” sottolinea “segna un passo importante nel cammino della Provincia Euro-Mediterranea per una cultura della prevenzione e della tutela dei minori nelle nostre Istituzioni educative e pastorali. 

 

Condividi