Jesuits News
MAGIS
Opera missionaria della Provincia Euro-Mediterranea dei gesuiti
MAGIS Diritti fondamentali Continua l’emergenza
Venezuela,

Continua l’emergenza

Con l’inasprirsi della crisi politica e socio-economica in Venezuela, l’emergenza umanitaria permane vasta e profonda. È in aumento il numero dei migranti forzati che si spostano all’interno del paese, si concentrano lungo le frontiere o si rifugiano in altri paesi dell’America Latina (in particolare Colombia, Cile e Brasile). Con il passare del tempo ed il perdurare dell’instabilità, la situazione sanitaria, psicologica e materiale degli sfollati peggiora, mentre si acuisce la reazione xenofoba delle popolazioni che subiscono l’impatto di questa forte immigrazione senza controllo.

L’intervento umanitario implementato dai gesuiti, con l’aiuto dei donatori del MAGIS, mira a sostenere la popolazione sfollata fornendo assistenza umanitaria e aiuti d’emergenza nei territori di frontiera in Venezuela, Colombia e Brasile. Tra le priorità vi è quella della fornitura di cibo e di assistenza medica e psicosociale, in particolare alle persone più vulnerabili (donne, bambini, malati cronici, popolazioni indigene emarginate).

Grazie a questa iniziativa numerosi bambini vengono vaccinati e curati, e si riducono i rischi di contagio. Infatti, la mancanza di vaccini in Venezuela ha causato una recrudescenza di malattie virali già debellate in America latina – tra cui morbillo, vaiolo e parotite (orecchioni) – che stanno creando un grave problema sanitario nella zona.

Molte donne incinte vengono assistite nella gestazione e nel parto. Un’attenzione particolare viene riservata alle persone con patologie croniche, tra cui diabete, malattie cardiovascolari e HIV.

Il progetto fornisce inoltre ai migranti assistenza legale che ne tutela i diritti fondamentali, assicurando loro percorsi più sicuri e regolamentati. La loro situazione di estrema precarietà, infatti, li espone a pericoli e soprusi, sia nei luoghi di frontiera dove sostano che nei paesi che attraversano o nei quali si fermano. L’impegno dei gesuiti consiste nell’informarli sui loro diritti e fornire loro i mezzi legali per regolarizzare la posizione di migrante e potersi avvalere dei servizi di accoglienza e di inserimento previsti.

Il progetto mira inoltre a contrastare la crescente xenofobia e a creare una cultura dell’accoglienza presso le popolazioni ospitanti. L’eccessiva offerta di manodopera da un lato genera bassi salari e sfruttamento nei territori di confine, dall’altro incide negativamente sui prezzi di mercato e riduce i posti di lavoro per la popolazione ospitante, suscitando atteggiamenti xenofobi.

Lo sforzo dei gesuiti è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo alla migrazione forzata dei venezuelani, fornendo informazioni esatte attraverso i media ed evidenziando i diritti degli sfollati ed i casi di inserimento di successo.

Con il tuo aiuto possiamo continuare a fare molto per alleviare la sofferenza di migliaia di venezuelani sfollati bisognosi di tutto e promuovere una cultura di accoglienza e solidarietà!

Condividi

Progetti correlati