Jesuits News
MAGIS
Opera missionaria della Provincia Euro-Mediterranea dei gesuiti
MAGIS Diritti fondamentali L’Aids si cura (anche) con il lavoro
Burkina Faso,

L’Aids si cura (anche) con il lavoro

In Burkina Faso, dal 2010 al 2016, le infezioni da Aids sono calate del 45% e le morti, sempre per il virus, sono diminuite del 13%. I dati forniti da UnAids, l’agenzia Onu che combatte la pandemia di Hiv, sono confortanti. Allo stesso tempo, però, forniscono un quadro ancora preoccupante della diffusione della patologia. Sempre nel 2016, nel Paese 95mila persone convivevano con il virus e nel corso dello stesso anno si sono registrate 3.400 nuove infezioni. Anche il numero dei morti è ancora elevato: 3.100. Cifra legata al fatto che manca un’assistenza diffusa e solo il 60% dei pazienti ha accesso alle terapie.

In questo contesto opera l’Association les Bénévoles de l’Espérance. Fondata da un gesuita e membro di Ajan (la rete dei gesuiti che combatte contro l’Aids), offre ai malati sostegno psicologico, aiuto sociale ed economico e promuove attività generatrici di reddito. Sull’esempio di esperienze fatte in altri Paesi (per esempio in Togo), anche in Burkina Faso, una volta superata la fase acuta e quindi ritornati pienamente attivi, i pazienti possono essere reinseriti nel sistema economico e sociale del Paese riducendo in questo modo la marginalizzazione e lo stigma sociale nei confronti dei malati.

Così l’Association les Bénévoles de l’Espérance ha dato vita a un progetto di orticoltura dedicato a una trentina di donne. «È importante per la nostra organizzazione – spiegano i responsabili – sviluppare iniziative di produzione. Queste possono migliorare l’autostima delle donne coinvolte, che tornano a essere protagoniste della loro vita. Allo stesso tempo, gli ortaggi possono essere utilizzati per sostenere il supporto nutrizionale dei beneficiari e offrire entrate sicure se venduti sui mercati locali. L’obiettivo finale però è creare microimprese che permettano alle donne di diventare completamente autonome».

La Fondazione Magis ha deciso di sostenere lo sforzo dell’associazione burkinabè finanziando l’acquisto di macchinari per l’irrigazione degli orti. Puoi aiutarci anche tu. Dona ora!

Condividi

Progetti correlati