Jesuits News
MAGIS
Opera missionaria della Provincia Euro-Mediterranea dei gesuiti
MAGIS Diritti fondamentali Lotta all’alcolismo tra i profughi Tamil: la nuova vita di Nagarajan
India,

Lotta all’alcolismo tra i profughi Tamil: la nuova vita di Nagarajan

Nagarajan vive nel campo profughi in Tamil Nadu da 27 anni. È arrivato in India con la famiglia all’età di 7 per fuggire al conflitto in Sri Lanka. Adesso è sposato e ha due figli, che frequentano la scuola all’interno del campo profughi di Pappanthangal.

Ha iniziato a bere all’età di 15 anni insieme a un gruppo di amici, poi è stato assunto in un negozio di liquori e il consumo occasionale di alcool è diventato dipendenza.

Da quel momento la sua vita è cambiata, il suo unico pensiero era come procurarsi altro l’alcool. Raramente dava i soldi alla famiglia, spendendo i suoi miseri guadagni in alcoolici. Le relazioni sociali e familiari man mano si sono deteriorate, ogni giorno discuteva violentemente con la moglie e gli altri membri della famiglia, a volte diventava così violento che dovevano cacciarlo di casa. I bambini avevano paura di lui e i vicini lo evitavano per il suo fare collerico. Il senso di isolamento e sconforto, la frustrazione l’hanno spinto a bere di più. Era l’illusione di aver trovato un conforto nell’alcool e la soluzione a ogni suo problema. Aveva perso ogni forma di rispetto e dignità.

Un giorno nella classe del figlio più piccolo l’insegnate ha chiesto ai bambini cosa volessero fare da grandi, quali fossero i loro sogni, e il figlio di Nagarajan ha risposto che lui sarebbe diventato come suo padre, avrebbe bevuto tanto; era questo il suo obiettivo.

Le preoccupanti parole del bambino sono circolate nel campo arrivando alle orecchie di Nagarajan. Non poteva ignorarle. Che modello di padre era lui per i suoi figli? Come riacquistare il rispetto dei figli e della famiglia?

Grazie al sostegno del Magis, il Jesuit Refugees Service (JRS), che da anni operane nei campi profughi, ha potuto avviare programmi di disintossicazione e recupero per i rifugiati Tamil. Oggi Nagarajan non beve più: dopo il trattamento presso il Centro di Recupero di JMAADD per alcolisti,  lavora come imbianchino e il suo salario è dedicato solo ai bisogni della famiglia, i bambini sono felici di avere di “nuovo” un padre e la moglie afferma: «Adesso è un marito perfetto».

Francesca
Coordinatrice dei progetti Magis in India

Condividi

Progetti correlati