Gesuiti
MAGIS
Opera missionaria della Provincia Euro-Mediterranea dei gesuiti
MAGIS Notizie Myanmar, i gesuiti danno un futuro a migliaia di giovani con il programma MAGIS Youth
Myanmar,

Myanmar, i gesuiti danno un futuro a migliaia di giovani con il programma MAGIS Youth

La giustizia e la pace sono nelle mani dei giovani. Il Myanmar è un luogo di contraddizioni: montagne e pianure, forza e fragilità, ricchezza e povertà, pace e violenza. Nel mezzo di questo caos, che si è creato dopo il colpo di Stato, siamo testimoni di atti quotidiani di condivisione, di compassione e di coraggio, che dimostrano la dignità di questa popolazione straordinaria.

 La città di Yangon ha l’aspetto e l’atmosfera di una normale città del Sud-Est asiatico con il suo traffico lento, i volti sorridenti, la vita vera dove la reale povertà è nascosta, e dove occasionalmente si vedono soldati pesantemente armati. Ogni tanto si odono bombardamenti, l’imposizione del coprifuoco e omicidi nei vasti quartieri poveri, sempre più affollati. La città è relativamente sicura, ma ogni giorno arrivano notizie di incessanti violenze in tutto il Paese, si parla di 1,8 milioni di sfollati interni, con molte case e villaggi bruciati.

Ogni aereo in partenza dal Myanmar è carico di giovani capaci e pieni di talenti che cercano altrove un modo per mantenere le loro famiglie, molti altri prendono strade più pericolose attraversando il confine con la Thailandia, e “Noi gesuiti, continuiamo a servire come possiamo”.

La comunità dei gesuiti in Myanmar è in costante crescita in termini numerici e di capacità, ci sono quattordici sacerdoti gesuiti, cinque diaconi che dovrebbero essere ordinati quest’anno e altri quattro fratelli gesuiti. C’è molto da fare, soprattutto in questo momento di difficoltà, e specialmente tra i giovani. Le scuole servono più di duemila studenti e la rete di Community College è molto fiorente, con dodici strutture in tutto il paese. I programmi che i gesuiti offrono accompagnano e preparano i giovani all’occupazione e alla vita, negli ultimi tre mesi molti tra i gesuiti che lavorano con i giovani, hanno trascorso un periodo nelle aree più remote del Myanmar, facendo esperienza pastorale e sostenendo le parrocchie locali.

Ovunque, riuscivano a coinvolgere i giovani nel programma Myanmar Magis Youth, che è in continua crescita. Il programma Magis Youth riunisce giovani di diverse fedi e gruppi etnici per promuovere momenti di condivisione e comunione attraverso lo sport, i giochi, la musica, le conferenze e momenti di spiritualità, ricreando ambienti sicuri dove i giovani si sentono liberi di condividere le loro paure, le loro speranze e i loro sogni.

Oggi, il programma Magis Youth in Myanmar coinvolge oltre 500 giovani provenienti da quasi tutte le regioni del Paese, che si riuniscono regolarmente con incontri virtuali tramite Zoom, o si incontrano personalmente in gruppi più piccoli nelle loro zone. La pagina Facebook del Programma Myanmar Magis Youth ha oltre 9000 followers. Le conferenze online trattano argomenti diversi come l’astronomia, la leadership, l’ecologia, la spiritualità ignaziana, la protezione dei minori, la salute e il benessere. I giovani si sentono liberi di esprimere, perché lo spazio dato all’interno del programma Magis Youth è uno spazio dove si può essere ascoltati e esprimere la sofferenza con fiducia, dove riversare ogni peso del cuore e dove “ricevere la pace interiore in mezzo alla guerra”.

Recentemente, il cardinale del Myanmar Charles Bo ha invitato i gesuiti a “fornire grandi spazi ai giovani per aiutali a rigenerare i loro sogni. Le scuole e le strutture dei gesuiti soprattutto quelle rivolte ai giovani, hanno portato grande conforto ai giovani in Myanmar”.

Sono i giovani che cambiano il mondo, nelle loro mani sono la giustizia e la pace. Come ha detto Papa Francesco alla Giornata Mondiale della Gioventù di Lisbona (agosto 2023): “La Chiesa e il mondo hanno bisogno di voi giovani, come la terra ha bisogno della pioggia“.

Tags

Condividi

Progetti correlati