Jesuits News
MAGIS
Opera missionaria della Provincia Euro-Mediterranea dei gesuiti
MAGIS Diritti fondamentali Storia di speranza
Sri Lanka,

Storia di speranza

vedova sri lanka

Malkanthi, una giovane madre e vedova dello Sri Lanka, beneficiaria del progetto del Magis, ha perso il marito qualche anno fa; parla della sua vita con gli occhi pieni di lacrime, senza indicare date precise o momenti particolari, ma racconta la sofferenza che ha vissuto. Ha due figli di 15 e 7 anni, entrambi studiano presso la scuola pubblica, ma è grazie all’indennità che riceve mensilmente dai gesuiti, grazie al nostro progetto, riesce a non privarli del necessario per una buona educazione. Viveva con il marito in una casa non troppo distante da quella dei suoi genitori, entrambi malati di cancro, era lei che doveva prendersene cura perché i fratelli vivono lontani.

Quando le condizioni dei genitori si sono aggravate, prima la madre e poi il padre, Malkanthi dedicava loro molto tempo. Il marito le impediva di andare a casa dei genitori, discutevano spesso; il marito aveva problemi con l’alcool. Mentre parla continua a piangere, il figlio maggiore dietro l’ascolta. La situazione a casa era insostenibile, il marito era sempre più alterato, a volte violento, ma come poteva non andare dai genitori malati? Un giorno è rientrata a casa più tardi del solito, non ha trovato il marito, si era suicidato. All’inizio è stato difficile, il peso della solitudine, il senso di colpa, le difficoltà economiche, tutto sembrava insormontabile, poi grazie ad altre vedove è venuta a conoscenza del programma di aiuti del JSC. Da oltre due anni riceve un supporto economico che utilizza per mandare i figli a scuola e per le visite mediche, lei ha il diabete, le medicine sono troppo care e quindi ricorre a erbe medicinali che si trovano sul mercato locale.

Ogni tanto riesce a lavorare nelle piantagioni del tè, ma è un impiego saltuario. Nonostante le grandi sofferenze, Malkanthi sembra aver ritrovato la serenità e la speranza per un futuro migliore per sé e per i suoi figli, dice di sentirsi più forte e sicura di sé. Ringrazia tutti i donatori del Magis, perché attraverso i vari programmi che finanziamo ha potuto incontrare altre vedove ed entrare a far parte del gruppo di auto-aiuto composto da vedove; adesso non si sente più sola, ha qualcuno con cui condividere le sue paure, i suoi sogni ed i suoi pensieri. “Aayubowan!” – “Che tu possa vivere a lungo”, così Malkanthi esprime la sua gratitudine per coloro che la stanno aiutando in questo difficile momento della sua vita.

Le storie delle vedove di Galle sono storie difficili, di miseria e disperazione, sono racconti di chi ha conosciuto la solitudine e l’emarginazione, ma anche di grande speranza nel ritrovare la loro dignità di donne e madri coraggio.

Puoi sostenere il progetto delle Vedove in Sri Lanka con una donazione e la causale: “SaD Sri Lanka. Una speranza per le vedove”

Condividi

Progetti correlati