Jesuits News
MAGIS
Opera missionaria della Provincia Euro-Mediterranea dei gesuiti
MAGIS Pace «Ecco come aiutiamo i ragazzi»
Sud Sudan,

«Ecco come aiutiamo i ragazzi»

Circa 60mila persone sono fuggiti dal Sud Sudan da quando sono iniziati i combattimenti tra lealisti e milizie, quasi un mese fa. Lo hanno reso noto le Nazioni Unite, precisando che 52mila si sono rifugiati in Uganda (85% sono donne e bambini), 7mila nel Sudan e 1.000 in Kenya. L’Onu riferisce che sono 900mila i sudsudanesi che hanno abbandonato il Paese dallo scoppio della guerra civile nel 2013 nonostante l’accordo di pace di un anno fa, ripetutamente violato.

La vita nei campi profughi può essere alienante. Per uomini e donne non c’è lavoro. Per i bambini non c’è gioco, non c’è istruzione. È un’esistenza che si trascina di giorno in giorno. Appesantita dai ricordi delle violenze subite. Nel video che vi presentiamo (in inglese), due giovani animatori parlano della loro attività nel campo profughi di Maban in Sud Sudan, dove i gesuiti del Jrs aiutano i ragazzi a crearsi un futuro offrendo loro un’educazione di qualità, ma anche svago.
Questa è una delle iniziative di Mercy in Motion, un progetto di «Educazione Globale», a favore dei bambini e dei giovani rifugiati promossa dal Jesuit Refugee Service (anche grazie al supporto del Magis) per il Giubileo della Misericordia.

Condividi

Progetti correlati

Una pace da costruire

Una pace da costruire

Sud Sudan — La parrocchia Santa Teresa di Rumbek (Sud Sudan) è gestita dai gesuiti, che ne hanno fatto un punto di riferimento costante per la popolazione locale traumatizzata da un conflitto decennale… Continua a leggere