Jesuits News
MAGIS
Opera missionaria della Provincia Euro-Mediterranea dei gesuiti
MAGIS Cultura Autonomia per donne Adivasi
India,

Autonomia per donne Adivasi

Progetto Maialini

Lohardaga è un piccolo distretto dello Stato del Jharkhand, abitato in maggioranza da Adivasi, popolazioni tribali che vivono principalmente di agricoltura e dei prodotti della foresta, ma anche di una migrazione stagionale nei periodi in cui le riserve di cibo scarseggiano e spostarsi alla ricerca di un qualsiasi tipo di lavoro a giornata rimane l’unica soluzione per la sopravvivenza.
Molte ragazze lasciano la scuola per andare a lavorare come domestiche nelle case altrui o per fare manovalanza nelle fornaci di mattoni o nelle costruzioni, dove ricevono uno stipendio di circa 3 Euro al giorno. Queste giovani donne, discriminate ed emarginate, spesso vittime di violenza e deprivazione socio-economica, sono vulnerabili e rischiano di cadere nei circuiti del traffico di esseri umani o dello sfruttamento.
La promozione dei Self Help Groups (Gruppi di Mutuo Aiuto) tra donne Adivasi è lo strumento per garantire loro non solo un supporto sociale, ma anche economico. Il MAGIS, grazie al contributo di Caritas Italiana, ha avviato un micro-progetto di empowerment e auto sviluppo rivolto a 50 giovani donne Adivasi per dar vita ad attività di allevamento di maialini.
Promuovere piccole attività generatrici di reddito per le donne Adivasi garantisce loro una certa autonomia finanziaria e contribuisce all’incremento del reddito familiare, riduce i rischi di cadere nelle reti dello sfruttamento, rafforzando e stimolando una maggiore collaborazione e solidarietà tra le donne che acquisiscono sicurezza in loro stesse.
L’Associazione AROUSE, partner locale gestita dai gesuiti, lavora con gli Adivasi dal 2006 attraverso il sostegno ai Gruppi di Mutuo Aiuto di donne, gruppi impegnati a valorizzare il ruolo della donna nella società tribale, promuovere attività per la creazione di momenti collettivi di scambio, confronto e supporto reciproco dove le donne hanno l’opportunità di analizzare insieme ed in modo critico le varie problematiche socio-economiche da affrontare. La particolare attitudine all’allevamento dei maiali nelle popolazioni Adivasi, in linea con la tradizione tribale, ha fatto nascere l’idea di un intervento di “Pig Farming” rivolto alle donne dei Gruppi di Mutuo Aiuto. Nella prima fase del progetto si è garantita una formazione completa a 40 donne-giovani tribali sull’allevamento di maiali; ad ogni donne sono stati successivamente donati due maialini da latte come capitale iniziale per avviare l’allevamento di altri maialini e poterli vendere. Il progetto si è esteso poi ad altre 10 donne.
Dalla prima cucciolata dell’allevamento di maialini consegnati alle 50 donne, due maialini verranno ridati all’associazione Arouse (è il modo per ogni donna di ripagare l’investimento iniziale) che sua volta li consegnerà ad altre 50 donne appartenenti ai Gruppi di Mutuo Aiuto. Si verrà così a creare una catena solidale e sostenibile di collaborazione tra l’Associazione Arouse, i Gruppi di Mutuo aiuto e le varie donne beneficiarie di progetto. Tale attività produttiva di reddito è molto apprezzata dalle popolazioni tribali, e soprattutto per le donne, poiché si tratta di un’attività che la donna può svolgere nei pressi del villaggio senza allontanarsi troppo dalla famiglia.

Condividi

Progetti correlati