Jesuits News
MAGIS
Opera missionaria della Provincia Euro-Mediterranea dei gesuiti
MAGIS Educazione Padre Silvio Zarattini: cento anni da pellegrino
Italia,

Padre Silvio Zarattini: cento anni da pellegrino

Compie 100 anni p. Silvio Zarattini, gesuita, giornalista e scrittore a noi molto caro.

Per l’occasione i Volontari Terzomondo Magis hanno organizzato un momento di festa domenica 22 settembre presso la Casa “Charles de Foucauld” in via Montegrappa 27 a Mestre:
alle 18.00 una Messa di ringraziamento e a seguire la festa con il taglio della torta.

 

Chi è p. Silvio Zarattini

Dopo gli studi propri dei gesuiti e la specializzazione in giornalismo alla Fordham di New York, ha lavorato con vivace impegno nella rivista delle missioni della Compagnia di Gesù che un tempo aveva la sua redazione a Venezia ed ha contribuito alla nascita del volontariato internazionale.

Nei viaggi attraverso mezzo mondo ha potuto incontrare quei grandi amici che l’hanno guidato “a piedi”, a scoprire la strada per entrare nel cuore dell’uomo, in particolare i Piccoli Fratelli di Charles de Foucauld e, la Casa Charles de Foucauld a Mestre, è stata per lui il punto di arrivo del pellegrinaggio a piedi iniziato tanti anni fa. Nella Casa Charles de Foucauld ha insegnato a fare esperienza di un Amore di comunione grazie alla sua capacità di andare al Cuore delle cose e delle persone.

Per tutti coloro che hanno vissuto lo “Spirito” della Casa “Charles de Foucauld”, Padre Silvio è un autentico “padre” che ha insegnato in tutti questi anni a fare un viaggio “a piedi”, fatto cioè con l’umiltà del “pellegrino” che si accosta indifferentemente ai grandi e agli ultimi che incontra per via.

Il suo stile di vita, a piedi, in ascolto, tra le periferie del nostro mondo delle sicurezze, imparando, giorno dopo giorno, ad Amar y Servir, lo ha saputo coniugare in tre aspetti con svariate diramazioni: il Centro Studi, con animazione e formazione, i Volontari Terzo mondo Magis e la scuola di preghiera con “l’ora per me” del giovedì nella Cappella della povera gente, gli esercizi spirituali e gli Evo.

 

Condividi