Il progetto intende sostenere il ginnasio “Atë Pjetër Meshkalla” di Scutari (appartenente alla Fondazione Gesuiti Educazione della Provincia Euro-Mediterranea della Compagnia di Gesù) nell’offrire agli studenti un’educazione completa e di qualità che vada oltre il rigido curriculum scolastico. Dare ai giovani la possibilità di socializzare, coltivare interessi comuni e sviluppare la propria creatività favorisce la loro crescita integrale e li forma al servizio degli altri.

L’iniziativa prevede 6 “School Clubs”, cioè dei percorsi formativi extra curriculari rispondenti alle diverse preferenze e inclinazioni dei ragazzi:

  • teatro e recitazione per 20 alunni;
  • musica e canto per 30 alunni;
  • pittura per 8 alunni;
  • ballo per 16 alunni;
  • sport e ginnastica per 30 alunni;
  • fotografia e videomaker per 8 alunni.

Grazie a tali percorsi i ragazzi apprendono a interagire e a collaborare per il raggiungimento di obiettivi comuni, mettendo le loro conoscenze ed i loro talenti a servizio degli altri. Una volta formati e motivati, i giovani continueranno ad impegnarsi nella comunità per diffondere una cultura artistica, inclusiva e partecipativa a favore di una formazione integrale.

Dove

Scutari, Albania

Periodo

gennaio 2023 - giugno 2024

Destinatari

112 alunni della scuola

Contributo

Donatori privati

Contesto

Il sistema educativo in Albania è basato su un curriculum rigido che consente una limitatissima personalizzazione del programma scolastico. Il curriculum prevede, per le scuole superiori, 5 ore effettive di lezione (6 lezioni di 45 minuti ciascuna) per cinque giorni la settimana, un tempo nel complesso piuttosto ristretto. Ogni scuola si trova, pertanto, costretta a seguire le linee guida ministeriali sulla programmazione annuale, senza poter modellare in base ai tempi e ai bisogni educativi degli studenti. In tale contesto, il collegio sente l’esigenza di trovare nuove forme per offrire un’educazione ampia e di qualità al di fuori del curriculum scolastico, dove gli alunni possano sviluppare anche i loro talenti. I “club” formativi proposti dal liceo si svolgono in un orario accessibile a tutti i ragazzi, agevolando soprattutto quelli delle periferie che hanno difficoltà a raggiungere Scutari. Attualmente il trasporto degli alunni è legato agli orari di inizio e fine scuola, pertanto gli alunni che vivono fuori dal centro di Scutari (oltre il 40% del totale) non potrebbero ritornare nel pomeriggio. La soluzione trovata è quella di organizzare dei “club” subito dopo la scuola tra le 13:00 e le 14:00, a cui tutti gli alunni, sia quelli che vivono a Scutari sia quelli che vivono nelle campagne, possano partecipare.


Condividi il progetto