Jesuits News
MAGIS
Opera missionaria della Provincia Euro-Mediterranea dei gesuiti
MAGIS Diritti fondamentali Solidarietà ai tempi del Covid-19
Brasile,

Solidarietà ai tempi del Covid-19

Il Covid-19 ha fatto emergere ancora di più la disuguaglianza sociale in Brasile. L’Amazzonia brasiliana è la regione più compromessa per l’assenza di strutture ospedaliere, per l’estrema povertà delle periferie urbane. Senza acqua, senza servizi igienici di base e con condizioni abitative precarie: in piccole baracche vivono in media 6 – 10 persone. L’isolamento sociale è quasi impossibile per la gran parte dei lavoratori “a giornata”; sono persone che hanno bisogno di lavorare giornalmente per ottenere un piccolo guadagno e per poter far mangiare la propria famiglia a sera…

Come è noto, la pandemia rappresenta una minaccia maggiore per le popolazioni povere che vivono già prive dei diritti fondamentali come ad esempio l’accesso alla salute o l’assenza di un lavoro regolare. I più colpiti in Brasile sono i poveri, i neri, le comunità periferiche, fluviali e indigene della Regione Metropolitana di Belém, comunità che soffrono sia per le conseguenze del virus che per la politica di Bolsonaro. Per far fronte a tutto ciò, il Centro Alternativo di Cultura (CAC), opera sociale dei gesuiti dello stato del Parà nel Nord Est del Brasile e nostro partner locale, è attivo per aiutare le persone più vulnerabili con la Rete Amazzonica di Solidarietà e Resistenza che abbraccia diverse istituzioni quali la REPAM Brasile, 12 movimenti sociali e popolari come la Rete di Economia Solidale Femminile Solidale e diverse congregazioni religiose.

3 sono gli obiettivi delle Rete:

  1. mobilitare risorse urgenti per le famiglie socialmente vulnerabili che vivono in spazi precari nelle periferie, nelle comunità fluviali, nelle quilombole o negli insediamenti sub-urbani, e hanno bisogno di solidarietà  affinché siano garantiti loro i bisogni di base come il cibo, l’acqua, i prodotti per l’igiene e la pulizia personale utili a contrastare e limitare gli effetti del Covid-19 (il CAC segue direttamente 209 famiglie vulnerabili);
  2. chiedere allo Stato brasiliano le misure assistenziali necessarie per affrontare la pandemia;
  3. accompagnare spiritualmente le persone a superare la crisi perché gli uomini “non sono soli al mondo”. Occorre seminare, anche in questo periodo, una cultura di cura e di cooperazione reciproca per la salvaguardia della Casa comune.

Anche se la gran parte delle persone sono in uno stato di isolamento sociale il CAC, lavorando in rete con altre istituzioni, riafferma il suo impegno e la sua scelta preferenziale per i gruppi e le comunità più povere in linea con le preferenze universali della Compagnia di Gesù e in vista di una società giusta, fraterna e solidale, attiva nel difendere la vita e i diritti soprattutto dei più vulnerabili.

Puoi sostenere la “Rete amazzonica di solidarietà del CAC” con una donazione su https://www.fondazionemagis.org/come-ci-puoi-aiutare/#donazioni 

Condividi

Progetti correlati

Escola Familia Agricola

Escola Familia Agricola

Brasile — L’EFA è una scuola di formazione tecnica agraria, accoglie alunni degli ultimi due anni dell’insegnamento fondamentale (totale 9 anni)  e gli alunni della scuola secondaria (4 anni di corso). Alla… Continua a leggere