Jesuits News
MAGIS
Opera missionaria della Provincia Euro-Mediterranea dei gesuiti
MAGIS Cultura Lok Manch e le donne in prima linea
India,

Lok Manch e le donne in prima linea

lok manch donne

Nelle Sacre Scritture Antiche Indiane come i Rigvedha, ma anche nelle Upanishad, le donne sono equiparate agli uomini nell’accesso alle alte forme di sapere e conoscenza, alle donne è consentito l’apprendimento e la comprensione del Brahma assoluto e sono riconosciute come portatrici di saggezza.

Nel corso del tempo questa posizione si è andata deteriorando; le donne sono state screditate e relegate ad una posizione di secondo piano in una società patriarcale che le vede come figlie obbedienti, mogli fedeli e servizievoli e madri devote. Vengono sovente discriminate ed emarginate, escluse da qualsiasi forma di partecipazione sociale e decisione politica, molto spesso non sono interpellate su questioni che le riguardano personalmente, ma accettano quello che altri decidono per loro.

Dal momento della nascita le donne sono trascurate sia all’interno della famiglia che nella società. Molte rimangono analfabete, solo 2/3 delle bambine tra i 6 ed i 17 anni ha accesso all’educazione. Le bambine non hanno tempo di andare a scuole, devono rimanere a casa per occuparsi di fratelli e sorelle più piccoli e per fare i lavori domestici, mentre le madri sono a lavorare nei campi a giornata, o come domestiche presso qualche famiglia benestante.

Il 25% delle donne è costretto a sposarsi in età molto giovane perché le figlie sono un peso per la famiglia. Giovani spose e poi giovani madri, spesso malnutrite, hanno frequenti problemi sanitari ma raramente si rivolgono a presidi medico-sanitari perché a volte troppo lontani e troppo costosi per chi riesce a malapena a sopravvivere. Questa è una delle ragioni per cui in India il tasso di mortalità materno-infantile è ancora molto alto.

In questo contesto, la rete Lok Manch promuove il ruolo della donna, le restituisce il rispetto che merita e ne valorizzare l’operato. Le donne sono al centro delle attività di Lok Manch, in posizione rilevante, le coinvolge e le rende partecipi, le forma e le supporta accompagnandole in quel cammino di riscoperta della propria identità.

Lok Manch è la piattaforma dei leader di comunità di cui il 50% sono donne. Nei villaggi e negli slums, grazie al costante intervento di Lok Manch, le donne vengono informate e formate, acquisiscono sicurezza in se stesse e coraggio nell’affrontare situazioni difficili, consapevoli dei propri diritti non temono più di parlare di fronte alle autorità, non si vergognano di essere donne ma al contrario si sentono forti e partecipi del processo di cambiamento.

Storia di successo. Farajana è una giovane donna di un villaggio rurale nello stato del Gujarat, lavora come domestica presso una famiglia benestante del vicinato, timida e riservata, vive una vita modesta tra lavoro, figli e marito e non avrebbe mai pensato di diventare una leader di comunità attiva e partecipe, non avrebbe mai immaginato di marciare per i diritti della sua comunità, non avrebbe mai pensato che il suo grido, il grido di una donna povera, emarginata e esclusa sarebbe stato ascoltato e avvalorato.

Condividi

Progetti correlati

Riscatto attraverso l’educazione

Riscatto attraverso l’educazione

Afghanistan — Il Jrs (Jesuit Refugee Service), che opera in Afghanistan dal 2005, ha deciso di lanciare alcuni progetti che promuovono: educazione secondaria (a Herat e Shadat), formazione degli insegnanti, corsi di… Continua a leggere